"RIFLESSIONI SPORTIVE"
evento MAXXI 8 settembre 2011

In occasione del ICAM Education Group Conference, ospitato dal MAXXI a Roma dal 7 al 9 Settembre 2011, con il coordinamento del Dipartimento Educazione, le associazioni Urban Experience e Amate L’Architettura presenteranno il Walk Show “RIFLESSIONI SPORTIVE (SPORTING REFLECTION)”, passeggiata radioguidata interattiva condotta attraverso il quartiere Flaminio riflettendo sul rumore di fondo (sportivo) di un museo diffuso dell’architettura.
Il percorso sarà animato da collegamenti multimediali con l’ausilio di qrcode (mobtag) performance artistiche di Francesca Fini, paesaggi sonori di Emanuela Bonella e video di Tiziana Amicuzi. Alla passeggiata parteciperanno Paolo Desideri, Pippo Ciorra, Maurizio Crocco, Carlo Infante e Simone Capra (studio stARTT).
Il percorso partirà dal MAXXI sul lato di via Masaccio e attraverserà il quartiere raggiungendo l’Auditorium incontrando le architetture di figure chiave della storia dell’architettura italiana quali Nervi, Moretti e Berarducci.
http://www.urbanexperience.it/eventi/event/walk-show-riflessioni-sportive/

MIRRORS, installazione performativa di Francesca Fini + Federico Trimarchi

VALDRADA - da "le città invisibili" di Italo Calvino
Gli antichi costruirono Valdrada sulle rive d’un lago con case tutte verande una sopra l’altra e vie alte che affacciano sull’acqua i parapetti a balaustra. Così il viaggiatore vede arrivando due città: una diritta sopra il lago e una riflessa capovolta. Non esiste o avviene cosa nell’una Valdrada che l’altra Valdrada non ripeta, perché la città fu costruita in modo che ogni suo punto fosse riflesso dal suo specchio, e la Valdrada giù nell’acqua contiene non solo tutte le scanalature e gli sbalzi delle facciate che s’elevano sopra il lago ma anche l’interno delle stanze con i soffitti e i pavimenti, la prospettiva dei corridoi, gli specchi degli armadi.
Gli abitanti di Valdrada sanno che tutti i loro atti sono insieme quell’atto e la sua immagine speculare, cui appartiene la speciale dignità delle immagini, e questa loro coscienza vieta di abbandonarsi per un solo istante al caso e all’oblio. Anche quando gli amanti danno volta ai corpi nudi pelle contro pelle cercando come mettersi per prendere l’uno dall’altro più piacere, anche quando gli assassini spingono il coltello nelle vene nere del collo e più sangue grumoso trabocca più affondano la lama che scivola tra i tendini, non è tanto il loro accoppiarsi o trucidarsi che importa quanto l’accoppiarsi o trucidarsi delle loro immagini limpide e fredde nello specchio.
Lo specchio ora accresce il valore delle cose, ora lo nega. Non tutto quel che sembra valere sopra lo specchio resiste se specchiato. Le due città gemelle non sono uguali, perché nulla di ciò che esiste o avviene a Valdrada è simmetrico: a ogni viso e gesto rispondono dallo specchio un viso o gesto inverso punto per punto. Le due Valdrade vivono l’una per l’altra, guardandosi negli occhi di continuo, ma non si amano.

Comment

You need to be a member of Contemporary Performance Network to add comments!

Join Contemporary Performance Network

Comment by Jos Rosier on March 11, 2012 at 12:42pm

You're very welcome Franscesca... you're a great inspiration to me!

Comment by Francesca Fini on March 9, 2012 at 10:48am

thanks Jos!

Comment by Jos Rosier on March 1, 2012 at 4:12pm

Mirrors... intriguing!

Connect

517867ba152f4c2a8e9d0d089604de85 e1483789aef54d608911ec0e649848a6 cccac3b4ca90413a8e91eaa0db66b832 UB_MAPhD_Banner 6b75096dadc44a6d8d7827a8b5aca5b4 BECOME A SPONSOR

Sponsors & Partners




BECOME A SPONSOR